Benvenuti nel sito de LA GRANDE FAMIGLIA Modena City Ramblers Official Fans Club


 Entra ne La Grande FamigliaBenvenuti ne La Grande Famiglia, la comunità virtuale del Modena City Ramblers Official Fun Club  

Ciao Gaby

Forum
Informati, scrivi, discuti, partecipa...

Ramblers menu'
· Home
· Album Fotografico
· Archivio
· Argomenti
· Cerca
· Chat & Mailing List
· Discografia
· Elenco Iscritti
· Formazione
· FORUM
· GBook "La Strada"
· Il Tuo Account
· Inserisci un articolo
· Link: Gli amici
· Messaggi Privati
· Non solo canzonette
· Testi & Accordi

Info per l'uso

Qui trovate tutte le info per iscrivervi, navigare e usare tutte le funzionalità del sito

Consigli & Netiquette
Istruzioni per l'uso


Cerca nel sito



Vetrina Argomenti

Diario di viaggio Ramblers
[ Diario di viaggio Ramblers ]

·Guido Foddis al Giro d'Italia in bolletta!
·Canzoni per sognare in libertà: verso Santiago di Compostela
·La carovana antimafia di Onda Libera prosegue il viaggio
·Dudu, Fry, Dani e Jason in London...
·Modena Vita Mia
·Un nuovo disco e auguri dai Modena City Ramblers
·Dalla Palestina per noi...
·Accadeva più o meno un mese fa
·Oltre il ponte trovate il Moneti

In Redazione

redazione@
lagrandefamiglia.it

o Ivo
o Tud
o Giovy
o peppomcr
o Woland
o Checco-Hasta_Siempre-
o Montex
o patrick
o cicciolo81
o matley


T-shirt ufficiale

Le T-shirt della Grande Famiglia: ordini sospesi!


  
Mafia a Fondi? E' solo un sogno!
Postato il Domenica, 11 ottobre @ 21:23:16 CEST
Argomento: Succede in Italia
Succede in Italiaeleo_06 scrive: "Excursus sulla vicenda Fondi dalla richiesta dello scioglimento del comune, da parte del prefetto Frattasi, ad oggi!"

Sono ormai tanti mesi che la maggior parte dei mezzi di comunicazione continua a riportare notizie riguardanti il comune di Fondi e le sue infiltrazioni mafiose. Tanti mesi, durante i quali la popolazione si è divisa in due parti nettamente distinte: coloro che ritengono giusta la richiesta di scioglimento del comune e coloro che invece reputano tutte le voci intorno a tale argomento totalmente infondate e atte ad infangare la città.
Questo mio scritto non vuole essere un articolo di parte, cercherò invece di buttare giù un qualcosa che sia quanto più oggettivo possibile. Mi limiterò esclusivamente ad illustrarvi quelli che sono i fatti per far sì che ognuno di voi possa farsi una propria opinione in merito a prescindere da quanto detto, ma soprattutto non detto, da telegiornali e quotidiani.
29 maggio 2006 le elezioni nel comune di Fondi vengono vinte da Forza Italia, UDC e liste civiche con il 68% dei voti. Le sinistre all’opposizione racimolano uno scarsissimo 22% dei voti. Risulta eletto sindaco il forzista Luigi Parisella.
Gennaio 2008 per motivi ignoti viene incendiata la macchina dell’ex assessore ai lavori pubblici di Fondi, Roberto Izzi il quale, in preda al timore, si reca dai carabinieri e confessa gli accordi segreti tra i clan campani, le ‘ndrine calabresi e il COMUNE di Fondi. Tra le varie confessioni saltano fuori anche racconti su come la giunta comunale sia riuscita ad ottenere voti grazie all’appoggio dei Tripodo, famiglia passata alla storia per aver generato la prima guerra di ‘ndrangheta, e di un comitato d’affari del quale fanno parte anche il sindaco ed esponenti della giunta.
Febbraio 2008 la Direzione Distrettuale Antimafia di Roma dà il via all’operazione “Damasco 1” a seguito della quale vengono arrestati quattro imprenditori di Fondi: Vincenzo Garruzzo, imprenditore agricolo, Massimo Attanasio Di Fazio Perticone, agente immobiliare, Giuseppe De Carolis, geometra, e Domenico Capotosto, commerciate tutti con l’accusa di usura.
Aprile 2008 il prefetto di Latina, Bruno Frattasi, dà il via alla Commissione d'accesso al comune di Fondi e in base ai dati raccolti
l’8 settembre 2008 presenta la richiesta di scioglimento del comune ( relazione del prefetto in pdf ) per infiltrazioni mafiose. Nel documento presentato al consiglio dei ministri , Frattasi descrive tutta la situazione che si era venuta a creare negli anni focalizzando tutto in particolare intorno alla famiglia Tripodo che era riuscita a creare una rete di affari anche con esponenti del clan dei casalesi, riuscendo ad ottenere assegnazioni agevolate di appalti di opere pubbliche, gestione del mercato ortofrutticolo di Fondi in termini di prezzi e licenze, interessi nel settore delle pulizie, delle imprese funebri e dei traslochi il tutto con la compiacenza dell'amministrazione comunale. Nella relazione, inoltre, si delinea la necessità del commissariamento in quanto la “macchina amministrativa è interessata da illegittimità gravissime quanto diffuse in tutte le sue articolazioni”.
Dicembre 2008 viene appiccato un incendio doloso ai capannoni della famiglia di imprenditori Fiore un esponente della quale è consigliere comunale della città.
L’8 gennaio 2009 Maroni firma l'atto ufficiale di scioglimento, da presentare al Consiglio dei Ministri per l'approvazione. La proposta però non viene discussa in Consiglio per ben 6 mesi.
Febbraio del 2009 vengono esplosi numerosi colpi di arma da fuoco contro le vetrine dei negozi della famiglia Tammetta ,ubicati nel centro storico, si rifiutavano di pagare il pizzo!
Maggio 2009 sulla via Appia ,alle porte di Fondi, vengono distrutti, a seguito di un incendio doloso, i magazzini della ditta Fidaleo che contengono decine di miglia di imballaggi; vengono sparati colpi di pistola contro le vetrine del centrale bar Imperial; viene appiccato del fuoco doloso da “ignoti” contro la sede dell’impresa Cobal; vengono incendiati e resi inservibili gli escavatori della ditta lombarda Elispanair , i cui titolari, prima minacciano di chiudere l’attività poi, visto il mancato sostegno della politica locale che si sbracciava a sostenere che la mafia non c’era , decidono di ritornarsene a nord.
16 luglio 2009
viene approvata la legge in materia della sicurezza pubblica con la quale si viene a modificare l’articolo riguardante lo scioglimento dei comuni: “il prefetto, sentito il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica integrato con la partecipazione del procuratore della Repubblica competente per territorio, invia al Ministro dell'interno una relazione nella quale si dà conto della eventuale sussistenza degli elementi”. Ora nel caso di Fondi il prefetto avrebbe dovuto convocare il comitato provinciale che è composto dal Prefetto stesso, dal questore, dal sindaco del comune capoluogo, dal presidente della provincia, dai comandanti provinciali dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato, dai sindaci degli altri comuni interessati, quindi anche dal sindaco di Fondi Parisella che ricordiamo essere stato chiamato in causa nelle dichiarazioni dell’ex assessore Izzi!
16 luglio 2009 Luigi Casero afferma che nella seduta del 24 luglio 2009 il governo avrebbe deciso lo scioglimento del comune di Fondi. 24 luglio 2009 la questione di Fondi viene rinviata. Il senatore Pedica, interrompe la conferenza stampa a Palazzo Chigi, del ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini proprio per protestare contro l'ennesimo rinvio.
15 agosto 2009 Berlusconi finalmente fa “chiarezza” sul caso: a Fondi è tutto normale!
Notte tra il 2 e 3 settembre 2009 una bomba di elevata potenza deflagra nella centralissima via Spinete nei pressi dell’abitazione del sindaco Parisella.
3 settembre 2009 Sinistra e Libertà e Italia dei valori manifestano a Roma per lo scioglimento del comune 9 settembre 2009 l’Italia dei valori organizza una manifestazione a Fondi alla quale partecipano molti cittadini a favore dello scioglimento del comune, tra questi, però, in giacca e cravatta ecco spuntare gli “amici” del sindaco pronti a urlare contro i manifestanti e a fotografarli coloro che erano in piazza per poterli in seguito “schedare” e zittire. (video della manifestazione )
2 ottobre 2009 altro rinvio da parte del governo giustificato da Frattini con le seguenti parole: “C’è stata una relazione del ministro dell’Interno Maroni. La prossima settimana verrà presa una decisione definitiva. Ci è giunta notizia dell’ipotesi di dimissioni di alcuni, non sappiamo quanti, membri del Consiglio comunale. È ovvio che non possiamo decidere senza conoscere questa notizia in punto di fatto.”
3 ottobre 2009 il sindaco e la giunta si dimettono dalla cariche.
9 ottobre 2009 Il consiglio comunale non scioglie il comune di Fondi. Il ministro Maroni afferma: «Il consiglio dei ministri ha preso atto dello scioglimento del comune di Fondi: piuttosto che imporre un commissariamento di 18 mesi, ridiamo la parola al popolo. Le prossime elezioni si terranno a marzo e il popolo sovrano sceglierà la nuova amministrazione comunale. » aggiungendo poi: «L'amministrazione comunale non c'è più, il problema è stato risolto. Io ho proposto di scegliere la via della democrazia, che è sempre meglio di ogni commissariamento».

Il mancato scioglimento del comune di Fondi rischia di creare un precedente per tutte le amministrazioni d’Italia su cui è aperto un procedimento di scioglimento per collusione con la criminalità.
Ma del resto ha ragione il “nostro” governo, dai fatti che ho elencato qui sopra si capisce che nel comune di Fondi non ci sono infiltrazioni mafiose. Per cui è giustissimo non aver dato ascolto al prefetto Frattasi, alle relazioni dei commissari, sono tutte voci messe in giro dalla sinistra queste, dai comunisti brutti e cattivi. Ma comunque tutto è bene quel che finisce bene. Alle prossime elezioni, molto probabilmente, si ricandideranno gli stessi politici che ora si sono dimessi tra cui il signor Luigi Parisella, ex sindaco, che mi risulta essere anche tra i consiglieri provinciali. Mah, no non credo, lui “dimettendosi ha dimostrato di non essere attaccato alla poltrona”, così come ha detto il senatore Fazzone, indi non credo che una persona con un così alto senso civico si sia candidato anche alle provinciali nonostante fosse indagato per attività criminali, l’avrò sognato, sì! (nuovo consiglio provinciale di latina)

 
Links Correlati
· Inoltre Succede in Italia
· News by Redazione


Articolo più letto relativo a Succede in Italia:
Life in Italy is Ok, il documentario di Emergency ad Alessandria


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 5
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico


Argomenti Correlati

Succede in Italia

Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

beach wedding dresses (Voto: 1)
di Ethan (xiaozhou1101@yahoo.com) il Mercoledì, 05 settembre @ 15:24:34 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio) http://www.sentdress.com
A helpful info. Thanks for sharing it with me!



Web site engine code is Copyright © 2003 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.138 Secondi

Warning: preg_match() [function.preg-match]: Unknown modifier 'c' in /html/modules/WB_Cedstat/include/class.visiteurs.php on line 174

Warning: preg_match() [function.preg-match]: Unknown modifier '8' in /html/modules/WB_Cedstat/include/class.visiteurs.php on line 174

Warning: preg_match() [function.preg-match]: Unknown modifier '3' in /html/modules/WB_Cedstat/include/class.visiteurs.php on line 174

Warning: preg_match() [function.preg-match]: Unknown modifier '2' in /html/modules/WB_Cedstat/include/class.visiteurs.php on line 174

Warning: preg_match() [function.preg-match]: Unknown modifier '1' in /html/modules/WB_Cedstat/include/class.visiteurs.php on line 174

Warning: preg_match() [function.preg-match]: Unknown modifier 'r' in /html/modules/WB_Cedstat/include/class.visiteurs.php on line 174